Maun

Giorni 1 - 2

Sita sulle rive del fiume Thamalakane nel Botswana settentrionale, Maun è la terza città più grande del paese. Maun è il punto di partenza della maggior parte delle spedizioni verso il delta dell’Okavango e, di conseguenza, si è sviluppata in una vivace metropoli che è considerata la capitale del turismo in Botswana.

Le attrazioni della zona includono crociere lungo il fiume Thamalakane, le foreste della Maun Game Reserve e la famosa Moremi Game Reserve, dimora di ippopotami, leoni e rinoceronti. Maun è anche il punto di partenza di molti safari ed offre piccoli voli charter per raggiungere le aree più remote e noleggio di fuoristrada attrezzati. Non mancate di visitare il Nhabe Museum per scoprire di più riguardo a storia, arte e cultura locali della regione del Ngamiland.  
 

Sistemazioni

Maggiori Informazioni

Maun

Okavango Panhandle

Giorni 2 - 4

Sita nella zone nordoccidentale del Delta dell’Okavango la Panhandle è una parte del fiume Okavango che segue un percorso più o meno rettilineo per circa 70km prima di versarsi negli acquitrini del delta. Questo canale profondo fornisce la maggior parte dell’acqua del delta e offre eccellenti opportunità di pesca al tiger fish, mentre le foreste circostanti e le zone d’acqua bassa sono popolate da una miriade di uccelli. Questa zona è popolata da alcuni villaggi e serve da ingresso per le Tsondilo Hills, situate 40km più ad ovest, dove è possibile ammirare una varietà di pitture rupestri tribali, alcune ritenute essere di 20 000 anni fa.

Lungo il fiume sono presenti diversi campi che forniscono comode sistemazioni turistiche.
I visitatori avranno eccellenti opportunità di pesca, birdwatching di prima classe, escursioni in barca sul fiume Okavango e safari nel Mahangu National Park.  

Sistemazioni

Maggiori Informazioni

Okavango Panhandle

Boteti River - Makgadikgadi Pans National Park

Giorni 6 - 8

Il fiume Boteti del Botwana nord-orientale, all'interno del Parco Nazionale Makgadikgadi Pans, si trova sul terreno di un antico lago, all'interno di una regione dove vivevano alcuni dei primi «homo sapiens» (umani). Questa zona è una parte essenziale della massiccia migrazione annuale: i visitatori possono non vedere l'ora di vedere enormi mandrie di orici, gnu, impala, zebre e springbok, nonché elefanti e ippopotami lungo la riva del fiume. Il fiume offre anche ottime opportunità di bird-watching, con grandi stormi di fenicotteri e numerose altre specie che lo chiamano casa. Oltre alle solite attività della riserva naturale, prova a prendere un piccolo aereo noleggiato per la migliore vista sulle mandrie; vai in quad in bici attraverso le saline e dormi lì sotto le stelle, o fai un tour culturale per vedere antichi siti tribali.

torna in cima alla pagina